Cassatelle di Agira

Le cassatelle di Agira sonodolci tipici della gastronomia ennese. originari della cittadina di Agira ma diffusi non solo nella provincia di Enna, ma altresì in gran parte della Sicilia orientale
Famose come cavallo di battaglia della pasticceria dell’Ennese, le cassatelle hanno forma di mezzaluna, preparata con pasta frolla, tenera e color giallo oro, spolverata di zucchero a velo, con un prelibato e gustoso ripieno di un impasto di cacao , mandorle tritate, farina di ceci , zucchero e scorza di limone essiccata, con eventuale aggiunta di cannella.

Ingredienti per la pasta:

1,5 kg di farina bianca 00, gr. 800 di sugna fresca, 300 gr di zucchero, 2 uova, 350 gr. circa di acqua tiepida.
Ingredienti per il ripieno: gr. 80 di cannella in polvere, gr.800 di mandorle sgusciate gr.500 di zucchero, la buccia di due limoni tagliata sottile, gr.160 di cacao amaro, 1 litro di acqua, gr. 150 di farina di ceci o di semola.

Preparazione della pasta:

Mettere la farina nella spianatoia, aggiungere la sugna a pezzetti e lavorare strofinando il palmo delle mani con la farina e la sugna fino a completo assorbimento.

Quindi fare una conca al centro ed aggiungere le uova, lo zucchero, un pizzico di sale e incominciare con una forchetta ad impastare per una buona mezzora, aggiungendo un poco alla volta l’ acqua tiepida, fino a quando la pasta risulterà morbida ed elastica.

Preparazione del ripieno:

Procedere ad una lieve tostaura delle mandorle, quindi tritarle insieme alla buccia di limone. Mettere il composto in una pentola aggiungendo l’acqua, lo zucchero, 2 cucchiai colmi di cannella, il cacao, e man mano setacciando la la farina. Mescolare per bene con una frusta. Porre la pentola sui fornelli, utilizzando una leggera fiamma: quando raggiungerà il bollore ed il composto si sarà addensato spegnere e versarlo in una ciotola, farcendo riposare al fresco tutta la notte sia l’impasto che il ripieno

Il giorno seguente, riprendere la pasta e lavorarla ancora un pò in modo da poterla stendere. Formare dei rettangoli non troppo sottili ed adagiare su di essi un bel cucchiaio di ripieno. Richiudere, premere bene lungo i bordi ritagliandoli con l’apposito strumento, in modo da formare dei grandi ravioli a forma di mezze lune. Infornare a 180′ circa per15 minuti, facendo attenzione che le cassatelle rimangano bianche in superficie. Passarle, infine, in una miscela di zucchero e cannella e riporre i dolci così pronti in un vassoio.

Origini e tradizioni

Nata nel cuore di uno dei più antichi e suggestivi borghi siciliani, l’arte pasticcera di Agira propone i frutti di una produzione che ha pochi eguali nel mondo. Specialità dal gusto unico e inconfondibile, caratterizzate da nomi fantasiosi e da forme svariate: cassatelle, buccellati e infasciatelle con sontuosi ripieni alle mandorle a al miele, le Paste di mandorla e di nocciola, e i Dessert da gustare a colazione, insieme al tè; pomeridiano o per rallegrare un fine pasto. Alle cassatelle di Agira, è dedicata una sagra che si svolge nel paese natio di Diodoro Siculo, Agira appunto, nel mese di ottobre di ogni anno.